PALAZZO GRAVINA
Via V. Emanuele - P.zza Lupo
 
Presentazione
Il Palazzo Gravina – Reburdone fu costruito a partire dal 1776 con il contributo degli architetti F. Battaglia e G. Vaccarini.
L’organizzazione funzionale del palazzo è quella tipica dei palazzi a blocco catanesi con un piano terra, destinato a botteghe, magazzini e rimesse a servizio del palazzo.
La struttura formale dei prospetti è austera ed è sottolineata da aperture contornate da pietra bianca calcarea che risaltano sullo sfondo scuro della massa muraria.
Tutto il complesso si articola attorno a due cortili un tempo comunicanti tra loro, un cortile di rappresentanza ed un cortile di pertinenza oggetto di proposta locativa (evidenziato in area arancione fig. 1).
Senza titolo-2 copia.jpgfig.1

Caratteristiche
Come evidenziato in fig 1, il cortile di pertinenza costituisce un corpus unicum contestualizzato nel cuore del palazzo settecentesco, ma oggi in uso esclusivo della proprietà.
Il cortile e le superfici evidenziate sono offerte pertanto in uso esclusivo, ossia senza accesso a terzi.

Il grande cortile e le sue pertinenze commerciali si presentano come un vero e proprio borghetto, autonomo, silenzioso ed esclusivo nel cuore della Catania barocca, un potenziale spazio verde di incontro e di relax.

L’immobile gode di un ingresso su via V. Emanuele e di tre/quattro ingressi su P.zza Lupo, elementi che consentono di coprire aree e utenze differenti della città.
Tutti gli ambienti si caratterizzano per le loro magnifiche volte a carrozza e per essere prospicenti sul cortile, mediante bellissimi archi in pietra lavica e pietra bianca, elemento che conferisce a ciascuno di essi grande luminosità e differenti ipotesi di fruizione.
Ciascun ambiente, può essere messo in collegamento con quello vicino mediante l’arco che li unisce generando a piacimento un ambiente unico o differenti segmentazioni.

L’immobile si trova nello stato originario, ma necessità di interventi di ristrutturazione e di ogni tipologia di impiantistica per adeguarlo alle mutate esigenze commerciali. E' prevista la possibilità di suddividere l'immobile in due o tre differenti porzioni.


Per informazioni o per fissare un appuntamento sui luoghi, inviare una mail a info@eink.it indicando:

- Nome Cognome
-
N. telefono
- Destinazione d'uso/ Attività commerciale prevista
- Eventuali quesiti
- Informazioni che denotino serietà commerciale.

Indicare espressamente se trattasi di mediatori o agenzie.